Ultima modifica: 12 Settembre 2021
Istituto Comprensivo di Merate > Circolari > Circolare n. 15 – Informativa – Misure organizzative Rientro Scuola 2021

Circolare n. 15 – Informativa – Misure organizzative Rientro Scuola 2021

circolare n. 15 – Misure organizzative Rientro Scuola 2021 – Estensione obbligo possesso ed esibizione del green pass

Si comunicano di seguito le linee principali e le indicazioni operative sui comportamenti da seguire che si riferiscono sia alle Linee Guida del Comitato Tecnico Scientifico che ai DM del Ministero Istruzione, oltre che a buone prassi igieniche riferite dall’Istituto Superiore di Sanità e adottate dall’Istituto, in particolare:

  1. Obbligo di indossare la mascherina chirurgica per il personale e per gli alunni in ogni momento della giornata ad esclusione delle attività individuali di educazione fisica. Sono esonerati gli alunni e le studentesse diversamente abili affetti da patologia che ne impedisca l’uso o altri soggetti “fragili” che presentano comprovata documentazione.

In posizione statica, seduti al banco, è obbligatoria la mascherina chirurgica. La visiera potrà essere utilizzata come ulteriore protezione.

  1. Si prevede, quando logisticamente possibile, il rispetto di una distanza interpersonale di almeno 1 metro (sia in posizione statica che dinamica), e la distanza di 2 metri tra la cattedra del docente e la prima fila di banchi.
  2. E’ obbligo ricordare che se non è possibile assicurare un distanziamento fisico costante di un metro tra un alunno e l’altro nei momenti di movimento o di socializzazione, specie per i bambini più piccoli, possiamo assicurare che ogni attività è regolamentata tenendo conto delle principali misure di prevenzione o protezione.
  3. Per le scuole dell’Infanzia è raccomandata una didattica a Gruppi Stabili.
  4. La disposizione dei banchi della classe deve essere fissa.
  5. Ogni modifica può essere portata dai docenti nel corso delle attività didattiche nel rispetto dei criteri di distanziamento.
  6. È vietato ad allievi e personale spostare gli arredi in posizione diversa rispetto a quella trovata.
  7. Lo scambio di materiale tra alunni e alunni e tra alunni e docente deve essere minimizzato a favore di un uso individuale di ogni oggetto. In caso di scambi non evitabili, si raccomanda l’igienizzazione delle mani e degli oggetti stessi.
  8. Tutti i presenti, in ogni momento della giornata, devono risultare da appositi registri (registro di classe elettronico, rilevatore presenze, registro degli accessi, registri di permanenza per il personale) al fine di poter ricostruire in modo univoco, su richiesta della Autorità Sanitaria, gli eventuali “Contatti Stretti” che si siano verificati all’interno della scuola con un eventuale soggetto risultato positivo al virus.
  9. Ogni classe è dotata di dispenser con soluzione igienizzante, che deve essere utilizzato in modo da scongiurare ogni uso improprio (stante che si tratta comunque di un prodotto chimico), ridurre il rischio che qualche goccia cada a terra determinando la scivolosità del pavimento, nonché spreco.
  10. I docenti vigileranno dell’avvenuta igienizzazione delle mani da parte degli alunni in particolare all’inizio delle attività, in caso di trasferimenti o al rientro dai servizi igienici.
  11. È compito del docente Coordinatore di classe, e dei docenti di classe, segnalare l’esaurimento del gel e la richiesta di un ricambio.
  12. Prima di iniziare le lezioni il docente della prima ora provvede affinché tutti gli alunni sanifichino le mani con il gel alcolico, così come andrà fatto ogni volta che si utilizzeranno oggetti comuni (lim, pc, tablet ecc.).
  13. Sia i docenti che gli alunni porteranno in classe solo il materiale strettamente necessario. Il materiale è da intendersi ad uso esclusivamente proprio.
  14. Gli arredi e il materiale sono ridotti al minimo, sia al fine di recuperare ogni spazio possibile all’interno a favore di una maggiore capienza del locale, sia al fine di consentire al personale ausiliario una facile igienizzazione delle superfici, degli arredi e degli oggetti presenti in ogni aula.
  15. Ogni alunno posiziona i propri materiali (quaderni, libri, zaino) al proprio banco e i cappotti con ordine sugli appendini posti fuori dalla classe o sullo schienale della sedia.
  16. Prima di iniziare le lezioni il docente della prima ora provvede affinché gli alunni sanifichino le mani con il gel alcolico, così come andrà fatto ogni volta che si utilizzeranno oggetti comuni (lim, pc, tablet ecc.).
  17. Libri in classe, quaderni, fogli protocollo, fotocopie etc. e’ possibile utilizzarli ancora senza alcun problema: il virus su carta e derivati cellulosa persiste al massimo 30 minuti quindi assolutamente senza problemi si possono usare quaderni e fogli di carta in genere.
  18. Ritirare un quaderno per controllarlo è possibile, così come portarlo a casa.
  19. Al cambio di docente, cattedra e postazione informatica devono essere igienizzate dal docente utilizzatore.
  20. Lo smaltimento di carta monouso per igienizzazione, guanti e mascherine e di ogni altro DPI anticovid avverrà secondo lo smaltimento dei rifiuti in appositi contenitori (che devono essere sempre chiusi). Tali contenitori sono posizionati dove possibile in ogni aula, o nei corridoi e ai Piani o presso 2 degli ingressi principali, e devono essere utilizzati anche per le eventuali mascherine non più utilizzabili (lesionate, sporche o bagnate) degli alunni e del personale.
  21. Almeno ogni ora e per almeno 5 minuti di orologio è INDISPENSABILE aprire finestre e porte dell’aula per un completo ricambio d’aria, strumento scientificamente utile e misura preventiva contro il virus SarsCov2.

 

AGGIORNAMENTO ACCESSO AI LOCALI SCOLASTICI PER  PERSONALE E VISITATORI ESTERNI:

In ottemperanza al DECRETO-LEGGE 10 settembre 2021, n. 122 che si allega, recante “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza da  COVID-19  in ambito scolastico, della     formazione      superiore    e      socio sanitario-assistenziale” all’art. 1, comma 2 si stabilisce che fino al 31 dicembre 2021, termine di cessazione dello stato di emergenza, al fine di tutelare la salute pubblica, chiunque acceda alle strutture delle istituzioni scolastiche, educative e formative deve possedere ed è tenuto a esibire la certificazione verde COVID-19.

Suddetta disposizione non si applica ai bambini, agli alunni e agli studenti e ai soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute.

Al comma 4 dello stesso articolo il decreto legge assegna ai Dirigenti scolastici e ai responsabili delle istituzioni scolastiche, educative e formative l’obbligo di verificare il rispetto della prescrizione di cui sopra.

Nel caso in cui l’accesso alle strutture sia motivato da ragioni di servizio o di lavoro (educatore, rappresentanti di case editrici,esperti esterni, operai, professionisti appartenenti a ditte esterne, manutentori,…), la verifica sul rispetto delle prescrizioni sul controllo del GREEN PASS, oltre che dal dirigente,  deve essere effettuata anche dai rispettivi datori di lavoro.

Si ricorda che la certificazione verde è rilasciata nei seguenti casi:

  1. Avere effettuato la prima dose o il vaccino monodose da 15 giorni;
  2. Avere completato il ciclo vaccinale;
  3. Essere guariti dal Covid-19 nei sei mesi precedenti;
  4. Essere risultati negativi a un tampone molecolare o antigenico rapido nelle 48 ore precedenti.

La verifica del Green pass sarà effettuata dal Dirigente o da una persona da lui delegata mediante la lettura del QR code utilizzando l’App Verifica19 che attesta solo la validità della Certificazione verde, senza indicare se la stessa sia legata all’avvenuta vaccinazione o a un tampone negativo valido 48 ore o alla guarigione da Covid.

Con circolare del Ministro dell’Istruzione potranno essere stabilite ulteriori modalità di verifica.

La violazione delle disposizioni sopra esposte è sanzionata ai sensi dell’articolo 4, commi 1,  3,  5  e  9  del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19,  convertito,  con  modificazioni, dalla legge 22 maggio  2020,  n.  35, ossia con l’applicazione di una sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a euro 1.000.                                                                                                                

PER IL PERSONALE SCOLASTICO E GLI STUDENTI

Si ricorda che:

1.ciascun soggetto (alunni e personale scolastico) ha l’obbligo di rimanere al proprio domicilio in presenza di temperatura oltre i 37,5° o altri sintomi simil-influenzali;

2.ciascun lavoratore è tenuto ad informare tempestivamente il dirigente scolastico o un suo delegato di eventuali contatti stretti con persone positive, della presenza di qualsiasi sintomo influenzale durante l’espletamento della propria prestazione lavorativa o della presenza di sintomi negli alunni presenti all’interno dell’istituto;

  1. è vietato entrare o permanere nei locali scolastici per i soggetti con sintomatologia respiratoria o temperatura corporea superiore a 37,5°;

4.vige il divieto di assembramento;

5.verrà eseguita periodica igienizzazione degli ambienti e aerazione frequente ed adeguata degli spazi  comuni e delle aule;

6.permane l’obbligatorietà dell’uso della mascherina di tipo chirurgico, fatta eccezione per i bambini al di sotto dei 6 anni di età (se frequentano la scuola primaria hanno obbligo di mascherina anche se non hanno ancora compiuto i 6 anni) o per alunni disabili con particolari patologie certificate. Il personale impegnato con bambini con disabilità, dovrà utilizzare ulteriori dispositivi di protezione individuale.

                                                                                                                                                                              

Certi di poter contare sulla consueta collaborazione auguriamo a tutti un sereno anno scolastico.

 

Il Dirigente Scolastico

Prof.ssa Antonina Raineri

allegato

DL 122 DEL 10-09-2021
Titolo: DL 122 DEL 10-09-2021 (18 clicks)
Filename: dl-122-del-10-09-2021.pdf
Dimensione: 118 KB